Rapporto Cane-Padrone, lo stress viene trasmesso

3 February 2020 - Pet Lover

Il cane viene considerato come l’animale domestico per eccellenza: il suo carattere docile e la sua particolare propensione ad instaurare un rapporto di totale fiducia con voi lo rendono perfetto per condividere i principali aspetti della quotidianità relativi ad ogni membro della famiglia. Inoltre, come affermato dai professionisti ioamoglianimali, l’amico a quattro zampe tende ad ereditare molto dal suo proprietario, persino lo stress. Diverse ricerche lo confermano.

La natura di uno studio approfondito sui livelli di cortisolo

Il merito di una ricerca portata avanti con grande passione ed entusiasmo da un gruppo di veri esperti di cinofilia è da rintracciare nella conoscenza maturata direttamente sul campo, da parte di chi ogni giorno approfondisce e medita sull’importanza della relazione dell’animale con gli esseri umani. Quanto al rapporto cane-padrone, nell’approfondire anche la natura di cattive abitudini che si intraprendono con l’animale a quattro zampe, si è giunti a definire lo stress una diretta conseguenza di ciò che l’uomo vive ogni giorno e che puntualmente trasmette al suo amico fedele. La cosiddetta “trasmissione di emozioni”, resa possibile attraverso la condivisione totale dello spazio domestico da parte dell’animale, implica che il cane abbia a che fare con le emozioni sia positive, sia negative, di chi ha deciso di adottarlo. I protagonisti numeri uno di un’ipotesi che dimostra di avere più di un qualche fondamento interessante sono i livelli di cortisolo. Questi ultimi, presi in considerazione in un paragone cane-padrone, subiscono delle variazioni importanti quando l’uomo al suo fianco vive periodi di stress. Sia per voi che siete i padroni, sia per il vostro cane, portare avanti delle situazioni particolarmente stressanti equivale a stravolgere un intero stile di vita che dovrebbe essere lineare, sano ed equilibrato per affrontare al meglio l’esistenza.

Gli approfondimenti biochimici

A fungere da supporto alle ipotesi avanzate dagli studiosi, esistono approfondimenti presi in considerazione dall’alto degli ultimi progressi effettuati dagli esperti in campo biochimico. Dalla penisola scandinava, ad esempio, è da poco giunto uno studio che conferma la diretta correlazione dei sentimenti che si “sperimentano” durante un normale rapporto cane-padrone. Nello specifico, è stato riscontrato un aumento in sincrono della gettata cardiaca dell’animale e del proprietario, quando entrambi sono sottoposti ad un evento di particolare stress. Il semplice fatto di affrontare o meno una situazione che si può definire anomala rispetto alla serenità ed alla tranquillità interiore significa, per entrambi i protagonisti del rapporto, andare incontro agli innumerevoli aspetti (positivi e negativi) di una vera e propria fase di vita trascorsa insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà visibile.